Prezzo di un Gatto del Bengala

I bengalesi di alta genealogia con pedigree riconosciuti TICA o di altre associazioni riconosciute e ben selezionati in un allevamento di Bengala sono gatti che hanno un prezzo elevato e quindi devi avere un budget alto per acquistare questa speciale razza felina così affascinante.

Quanto costa un gattino del Bengala?

Il prezzo di un gattino del Bengala può variare da 1.500 a 10.000 euro a seconda di molti fattori (compagnia, esposizione o riproduzione, certificazioni sulla salute, genealogia).

Il costo può arrivare a 10.000 euro se acquisti un gattino F1 da un allevatore certificato. Il prezzo dipende anche dalla fama dell’allevatore e dalla morfologia del gatto del Bengala.

  • Perché i gatti del Bengala sono così costosi?
  • Quali cose dovresti considerare prima di acquistare i bengalesi?

Fattori che influenzano il prezzo di un Bengala

I bengalesi sono una razza poco conosciuta e da pochi anni sono presenti in famiglia come animali domestici, motivo per cui hanno guadagnato immensa popolarità e sono molto richiesti.

In media il costo di un gatto del Bengala è di 1.500 euro, tuttavia può arrivare fino a diecimila euro.

La differenza tra i costi è enorme a causa dei seguenti fattori:

  • Località
  • Allevatore
  • Genere
  • Qualità

Prezzo dei Bengala per località

Il termine località si riferisce semplicemente alla posizione dell’allevatore in quanto può influire notevolmente sul costo. Potete ben immaginare se un Bengala arriva in Italia dal Canada quanto siano elevate le spese solo per il viaggio.

Allevatori famosi e prezzi dei gattini del Bengala

Se acquisti il ​​Bengala da un noto allevatore, è probabile che sia costoso poiché il gatto sarà molto probabilmente di alta qualità.

Prezzi dei gattini del Bengala secondo la qualità

La selezione in allevamento ha fissato standard per diversi “livelli di qualità” di ogni gatto.

Un Bengala di alta qualità è un gatto adatto a frequentare esposizioni e con un alto potenziale per essere un riproduttore.

Esistono tre livelli di qualità per i gatti del Bengala, il più basso dei quali è il “gatto di qualità da compagnia”.

  • Bengala da compagnia: sono soggetti che non sono adatti per le esposizioni e il loro prezzo è più basso in genere varia da 1500 euro a 2.000 euro
  • Bengala da esposizione: sono gatti del Bengala che mostrano le migliori qualità da “esposizione”. È il secondo livello più costoso. I gatti del Bengala di questo livello di solito vanno da 2.500 a 5.000 euro.
  • Bengala da riproduzione: i bengalesi di questo livello di solito mostrano entrambe le qualità richieste per esposizione e probabilmente la trasmettono alla prole. È il livello più costoso.

Prezzo dei gattini del Bengala in base al sesso

Il gattino Bengala maschio F1 è il più economico, mentre le femmine della stessa generazione sono le più costose.

A causa dell’ibridazione le prime generazioni di gattini maschi del Bengala hanno un tasso di fertilità scarso o nullo e la quarta generazione ha più probabilità di essere fertile al 50%.

Questo è il motivo per cui gli allevatori vendono spesso la prima generazione di maschi come gatti da compagnia.

Il costo dei gattini maschi del Bengala che appartengono alle generazioni F2 e F3 varia da 1.500 a 5.000 euro.

Nel caso delle femmine la F1 è la più costosa mentre F4 e le generazioni più alte sono le meno costose.

È anche importante notare che in molti stati è illegale possedere gatti del Bengala F1-F3. Prima di acquistare un gattino del Bengala, cerca se la generazione che stai cercando è legale nel tuo paese.

Adozione o allevamento?

Anche se prendere un gattino del Bengala da adozioni è molto più semplice ed economico, è molto più saggio acquistare un gattino del Bengala da un allevatore ufficiale.

Questo perché è impossibile trovare un Bengala di alta qualità nei programmi di adozione o ancor meno nei negozi di animali senza nessuna certificazione.

Un bravo allevatore ti cederà sicuramente un gatto del Bengala ben educato, sano e che possiede le migliori caratteristiche del Bengala.

Gli allevatori possono avere un prezzo del Bengala diverso a seconda delle spese generali sostenute per la selezione, accoppiamento, viaggi e crescita della cucciolata.

Perché comprare un gatto del Bengala?

I bengalesi hanno guadagnato così tanta popolarità che ora sono classificati come la seconda razza di gatto più popolare nel Regno Unito.

Allora perché le persone scelgono i bengalesi? Ci sono varie risposte a questa singola domanda.

I motivi principali che spiegano la popolarità della razza del gatto del Bengala includono; la sua personalità amichevole, l’alto livello di intelligenza e il suo aspetto esotico del gatto leopardo asiatico.

Ecco alcuni tratti degli adorabili gatti del Bengala: intelligente, curioso, energico, leale, atletico, guardiano, sociale, convive bene con il cane, affettuoso, amante dell’acqua.

Questi gatti loquaci e sicuri amano l’interazione umana, forse è per questo che sviluppano un legame molto forte con i loro proprietari.

I gatti del Bengala sono degli eccellenti studenti, quindi è molto facile insegnare loro a obbedire a semplici comandi come ‘rotolarsi’, ‘sedersi’, ecc.

Possedendo una personalità curiosa e giocosa, provano a girare maniglie e aprire gli armadietti!

Cosa c’è di più:

I bengalesi hanno bisogno di molta cura e attenzione e possono annoiarsi facilmente. Pertanto, è molto importante fornire loro dei giocattoli o un compagno.

Cose considerare quando si acquista un Bengala

Durante l’acquisto di un gattino del Bengala, ci sono una serie di cose che devi considerare in termini di salute, autenticità e aspetto.

Salute del Bengala

I bengalesi sono sensibili ad alcune malattie a causa dei loro geni. Le malattie più comuni tra i gatti del Bengala sono:

Con la dovuta attenzione, la probabilità del verificarsi di queste malattie può essere ridotta al minimo.

L’aspettativa di vita media dei bengalesi è di 14-16 anni, ma può ridursi per diversi motivi. Se autorizzato a vagare liberamente, il Bengala potrebbe prendere una malattia o avere incidenti.

I bengalesi normalmente pesano tra le 8 e le 15 Kg. In genere, i maschi sono più grandi delle femmine.

La dimensione media di un maschio del Bengala è di 10-15 Kg e per una femmina è di 8-12 Kg.

L’altezza delle femmine del Bengala è compresa tra 80 e 90 cm, mentre l’altezza dei maschi del Bengala può arrivare fino a 110 cm.

L’autenticità della razza Bengala

Per verificare l’autenticità della razza, è necessario conoscere il termine “valutazione generazionale”.

L’autenticità della razza è verificata in base al numero di generazioni che sono lontane dai loro antenati selvatici originali.

La primissima generazione è conosciuta come la generazione F1 e viene prodotta quando un gatto domestico viene allevato con il gatto leopardo asiatico.

Se una femmina di F1 viene allevata con un maschio Bengala, i cuccioli saranno conosciuti come cuccioli F2.

Il processo continua e più la generazione è lontana dai suoi antenati, più alta sarà la sua etichetta (F3, F4 e successive).

I tre modi ampiamente accettati per verificare l’autenticità della razza sono:

  • Caratteristiche fisiche (mantello, tipo di corpo, colore).
  • Tratti della personalità (attivo, affettuoso, miagolante, ecc.)
  • Pedigree e genealogia

Aspetto del Bengala

Famosi per il loro aspetto esotico di un piccolo leopardo, i bengalesi assomigliano più ai loro antenati, i selvaggi gatti leopardi asiatici.

Le dimensioni e l’aspetto del Bengala sono di solito la prima indicazione del fatto che abbiano una parentela selvaggia.

I bengalesi hanno una corporatura muscolare sostenuta da gambe forti.

Simile ai gatti selvatici: hanno zampe posteriori moderatamente più lunghe che conferiscono alla parte posteriore del loro corpo un aspetto leggermente sollevato.

I bengalesi sono gatti di taglia media e hanno una testa proporzionalmente più piccola con un muso largo.

Inoltre i bengalesi hanno grandi  occhi cerchiati di nero che sono intensificati dai loro zigomi pronunciati.

Il mantello lussureggiante e attraente è la caratteristica più incantevole dei Bengala.

Hanno macchie leopardate sul mantello che possono variare in forma, dimensione e colore.

Il mantello è marmorizzato o maculato e di solito si trova in colore marrone e nero. Tuttavia, possono anche avere i seguenti colori di mantello:

  • Cioccolato
  • Argento
  • Rosso
  • Arancio
  • Grigio

Il mantello macchiato di bianco e marmorizzato (snow leopard) è disponibile da alcuni allevatori, inoltre i gatti del Bengala hanno anche il gene “glitter”, cioè ereditano un mantello luccicante e brillante.

Domande sul bengala

  • I gatti del Bengala sono affettuosi? L’affetto è uno dei tratti più apprezzati della loro personalità
  • Amano la compagnia? Adorano la compagnia umana, giocare con loro e spesso si comportano come cani.
  • I gatti del Bengala sono buoni animali domestici? I bengalesi sono noti per la loro intelligenza, giocosità e capacità di apprendere rapidamente le cose.Se addestrati correttamente e ben curati, possono dimostrare di essere animali domestici eccellenti.
  • I gatti del Bengala perdono molto pelo? I gatti del Bengala sono noti per essere ipoallergenici perché tendono a perdere poco pelo. In genere lo perdono nelle stagioni di primavera e autunno, motivo per cui andrebbe spazzolato più spesso in queste stagioni. Sono molto puliti, richiedono poca manutenzione e possono prendersi cura di se stessi. Spazzolare il Bengala una volta alla settimana è sufficiente per mantenerlo lucido e sano.

Prezzo gatto bengala: acquisto del cucciolo

Il prezzo di un cucciolo di Bengala da compagnia può andare da 1.500 a 2.000 euro a seconda della genealogia dei genitori e test genetici sulla salute.

L’acquisto di un gattino ben socializzato, da genitori selezionati ed esenti da patologie ereditarie è sicuramente una spesa importante ma vi garantisce di non spendere poi altri soldi in cure veterinarie.

Diffidate da privati che pubblicano cucciolate su annunci online, per allevare serve esperienza e conoscenza della razza, non ci si improvvisa!

Il prezzo di un cucciolo di Bengala non è certamente l’unica spesa da affrontare per cui è importante valutare anche i costi di mantenimento del cucciolo come cure, alimentazione, antiparassitari e integratori per la sua dieta.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *